black framed eyeglasses

Iscrizione e inserimento

Dall’iscrizione all’ammissione

Dalla centralita’ della famiglia
alla centralita’ della scuola

Il momento dell’iscrizione alla scuola dell’infanzia, rappresenta per molti genitori il primo grande distacco dal proprio figlio. Da questo momento in poi, in particolare con l’inserimento nella comunità scolastica, il proprio bambino farà il suo debutto in “società”.
Ciò implica non solo grandi emozioni e grandi responsabilità che saranno condivise con la scuola pre-scelta, ma anche un primo e ragionevole atto di fiducia da parte delle famiglie nei confronti dell’istituzione scolastica.

Come avviare l’iscrizione

  • Per procedere all’iscrizione, il genitore deve avere lo SPID
  • Poi: entrare nel portale “TORINO FACILE” nella sezione “ISCRIZIONE SCUOLA INFANZIA”
  • Nella scelta della scuola, è possibile immettere fino a 6 nominativi tra scuole PARITARIE e COMUNALI.
  • Seguire passo, passo le indicazioni fornite. Al terminare della compilazione del modulo, verrà fornito un NUMERO DI DOMANDA da conservare al fine di rintracciare la domanda stessa.
  • Il punteggio assegnato varierà a seconda delle situazioni famigliari (un solo genitore, presenza di più fratelli, entrambe i genitori lavoranti, genitori in trasferta per lavoro…)
  • Punteggi DI PRIORITA’ verranno assegnati in presenza di disabilità certificate del bambino, gravi problemi di salute di un componente famigliare, iscrizione all’ultimo anno di frequenza.
  • Punteggi AGGIUNTIVI: PRIMA SCELTA di una scuola CONVENZIONATA
    Presenza di fratelli frequentanti la scuola indicata come unica scelta.

Comunicazione dell’attribuzione di un posto:

La comunicazione dell’attribuzione del posto a una delle scuole dell’infanzia scelte avverrà tramite un SMS inviato da TORINO FACILE sul numero di cellulare indicato al momento dell’inserimento della domanda.

L’attribuzione del posto viene pubblicata nelle GRADUATORIE DEFINITIVE attraverso il numero identificativo della domanda.

Al ricevimento del messaggio (e non oltre 5 giorni), bisognerà provvedere all’ACCETTAZIONE o alla RINUNCIA del posto assegnato, sempre dal portale TORINO FACILE.

ATTENZIONE: La mancata comunicazione di accettazione e/o rinuncia all’iscrizione sarà considerata RINUNCIA AL POSTO e quindi cancellazione automatica dalla graduatoria.

costi

La scuola Verna è un Ente del Terzo Settore, che opera senza scopo di lucro ed è CONVENZIONATA con il Comune di TORINO attraverso la FISM. Ha acquisito la PARITA’ scolastica nel 2001.

I costi di frequenza vengono stabiliti ogni anno dal Comune di Torino in accordo con la FISM. Per questo le rette sono calmierate.

La tariffa è composta da una quota fissa annuale, che può essere  dilazionata e quindi pagata mensilmente. La quota comprende l’orario giornaliero dalle ore 8,00 alle ore 16,00, un piccolo spuntino a metà mattina e il pasto di mezzogiorno completo.

 Un costo a parte si avrà per i servizi di post-scuola e per le attività extra-scolastiche.

AL MOMENTO DELL’ACCETTAZIONE FARA’ SEGUITO LA PRIMA FONDAMENTALE CONOSCENZA CON L’ISTITUZIONE SCOLASTICA SCELTA

Dall’ammissione all’inserimento

Dal momento in cui i genitori accettano sul sito di TORINO FACILE l’ammissione del proprio bambino/a all’Asilo Verna, comincia il nostro grande viaggio insieme. Un viaggio fatto di responsabilità condivise, un’avventura che vede come protagonista il bambino/a alla scoperta di una realtà tutta nuova: la scuola!

Dall’accettazione in poi

L’inserimento nella scuola dell’infanzia è un momento delicato nella vita del bambino, che deve imparare a conoscere persone nuove e ambienti diversi. 

Al momento dell’accettazione seguono due tappe fondamentali:

  1. COLLOQUIO PRELIMINARE: ai genitori verrà inviato un invito con la data per un primo incontro conoscitivo. Avranno così l’opportunità di conoscere le insegnanti che accoglieranno il loro bambino, raccontare e condividere con loro episodi relativi ai primi anni di vita. In questa occasione verrà comunicata la data di inizio dell’anno scolastico.
  2. FESTA DEI NUOVI ISCRITTI: i bimbi nuovi e le loro famiglie saranno invitati per una merenda da consumare insieme nei locali della scuola. L’obiettivo è quello di far conoscere i bambini e i genitori fra di loro, oltre a una prima interazione con gli spazi e il personale della scuola.

 I COLLOQUI PRELIMINARI e la FESTA-INCONTRO DEI BIMBI NUOVI ISCRITTI, unitamente all’ASSEMBLEA che precede l’inserimento in settembre,
costituiscono momenti di ascolto e di scambio tra gli adulti (genitori, insegnanti, coordinatrice) indispensabili per l’avvio e la crescita di un rapporto costruttivo. 

SETTEMBRE: L’AMBIENTAMENTO

Per permettere una maggiore attenzione verso ogni singolo “nuovo” bambino, i primi giorni di frequenza saranno esclusivamente dedicati a loro. Sarà permesso ai genitori di accompagnarli all’interno delle sezioni, soffermandosi però un tempo limitato.

Per abituarsi a persone, spazi e punti di riferimento nuovi, ogni bambino, nel rispetto dei suoi tempi, raggiungerà gradualmente l’orario di frequenza completo.

 La gradualità dell’inserimento aiuta il bambino a superare con maggior facilità l’ansia per l’assenza del genitore, che però vede ritornare ogni giorno all’uscita dalla scuola e quindi si rassicura. Così, libero dalla paura dell’abbandono, è in grado di concentrare attenzione ed energie verso tutto ciò che lo circonda: gli altri bambini, gli adulti, gli oggetti. 

FORMAZIONE CLASSI

I bambini sono suddivisi in QUATTRO sezioni miste a tre livelli di età (classi eterogenee):

ANATROCCOLI
BAMBI
COCCINELLE
DELFINI

La sezione mista mette in relazione bambini e bambine di età diverse, favorendo il rapporto grande-piccolo che per entrambi è fonte di maturazione e apprendimento:

“STRETTO NELLA MANO DELL’AMICO PIU’ GRANDE!”

Ogni bambino di cinque anni ha la responsabilità di accudire uno dei piccoli: gli indica l’armadietto, lo accompagna in bagno, lo aiuta nel momento del pranzo, lo coccola nel momento del riposo pomeridiano, si siede vicino a lui sul tappeto dei giochi o nell’angolo della lettura…
La consolazione del piccolo avviene più in fretta perché, accanto alle maestre, c’è un nuovo amico che lo aiuta e gli fa compagnia.

La compresenza di più insegnanti nell’arco dell’intera giornata scolastica permette la suddivisione in piccoli gruppi.
Stare col proprio gruppetto aiuta l’adulto a osservare e conoscere meglio ogni bambino/a e a coinvolgersi di più nel rapporto. Il bambino/a, a sua volta, individua con maggior facilità l’adulto di riferimento e, sentendo l’attenzione su di sé, incomincia a stare bene e ad aprirsi con fiducia alla nuova realtà. L’individualizzazione del rapporto, favorendo il riconoscimento dei singoli bisogni, permette a ogni insegnante di attuare una proposta più rispettosa delle esigenze di ognuno e di adattare il proprio intervento educativo-didattico al singolo individuo.